Comunicato stampa - AISAM News. - AISAM - Associazione Italiana Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia

Cerca
AISAM - Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia
Vai ai contenuti

Menu principale:

*Dichiarazione AISAM circa intervista del prof. Prodi.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·

\t  
Dichiarazione dell’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia
circa le affermazioni del Prof Franco Prodi in un'intervista rilasciata al quotidiano Il mattino” di Napoli

Approvata dal Consiglio Direttivo il 1° Novembre 2018

L’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia esprime piena solidarietà a tutte le strutture operative che a diversi livelli – nazionale, regionale e locale – si sono impegnate e prodigate nella previsione e nella gestione delle emergenze determinate dai gravi eventi meteorologici che hanno recentemente colpito in modo devastante la nostra Nazione.
Ritiene che l’entità dei fenomeni meteorologici verificatisi sia stata prevista in modo tempestivo e adeguato, e per quanto consta, efficacemente comunicata sia alle autorità sia al pubblico attraverso i più diversi organi di informazione.
I dati rilevati dai sistemi osservativi confermano le previsioni, e mostrano che la perturbazione che ha interessato il Paese è una delle più intense e distruttive che si siano registrate negli ultimi decenni, con valori locali di precipitazione che in molti casi hanno raggiunto o addirittura superato record secolari.
Indubbiamente, grazie anche al miglioramento delle tecnologie, molti passi si possono ancora fare verso un ulteriore efficientamento dei sistemi osservativi, di una loro ulteriore integrazione e ottimizzazione, e di un ancor più efficace coordinamento dei servizi.
Ma a questo scopo non servono polemiche e atti d’accusa.
Occorre invece un impegno fattivo e coordinato a effettuare un’analisi accurata e complessiva dei fabbisogni, una adeguata pianificazione degli interventi - inclusa la identificazione delle cause che possano ostacolare un più rapido ed efficiente miglioramento del sistema e la adozione di adeguate strategie per rimuoverle - nonché ovviamente a reperire le risorse necessarie e assicurarne in modo strutturale la continuità nel tempo.
È altresì indispensabile il positivo e fattivo concorso di tutti i soggetti che, ciascuno per le proprie specifiche competenze, possono contribuire a migliorare il sistema della meteorologia italiana: servizi pubblici, enti di ricerca, università, scuole, imprese, associazioni, organizzazioni professionali e sindacali, e organi di informazione.
A tal fine sarà cruciale il ruolo di coordinamento che potrà svolgere l’Agenzia ItaliaMeteo, quale struttura di riferimento per la meteorologia nazionale.
AISAM guarda con attenzione e fiducia alla strutturazione attualmente in corso dell’Agenzia, e conferma quanto già pubblicamente manifestato nella dichiarazione adottata dalla propria Assemblea tenutasi il 18 novembre 2017 a Rovereto e nel recente Congresso Nazionale AISAM svoltosi dal 10 al 13 settembre scorsi a Bologna.




* AISAM istituisce la Sezione Professionisti Meteorologi e Tecnici Meteorologici.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·
A tutti i Soci,
come molti di voi sapranno, AISAM vuole promuovere la professionalità degli appartenenti all’Associazione attraverso l’istituzione di una Sezione Professionisti, dedicata a tutti coloro che svolgono, come attività abituale, una professione nel campo della Meteorologia e Scienze dell’Atmosfera, sia come libero professionista sia come appartenente ad una istituzione od organizzazione pubblica o privata.

Già in data 6 dicembre 2017 il Consiglio Direttivo approvò il Regolamento della Sezione Professionisti (di seguito SP), allegato alla presente, alla cui base vi è un Comitato di Ammissione e Controllo (di seguito CAC), che ha lo scopo di valutare le richieste di ammissione all’elenco della Sezione Professionisti e verificare che gli iscritti alla stessa mantengano i requisiti di iscrizione agli elenchi, osservando un comportamento adeguato al Codice Deontologico dell’Associazione e rispettando le norme vigenti e future, incluse quelle attinenti alle professioni (esistenti o di futura promulgazione).

Il 12 marzo u.s. il Consiglio Direttivo di AISAM ha approvato la nomina dei seguenti membri del CAC, che costituiscono anche i primi iscritti della SP:

  • Dr. Raffaele Salerno (vice-Presidente AISAM e coordinatore CAC)
  • Col. Sergio Pisani (Segretario AISAM)
  • Dr.ssa Isabella Riva (socio AISAM; ENAV)
  • Dr.ssa. Ida Maiello (socio AISAM; CETEMPS)
  • Dr. Andrea Piazza (socio AISAM; MeteoTrentino)

La Sezione Professionisti AISAM è divisa in due sottosezioni, con elenchi distinti tra METEOROLOGI e TECNICI METEOROLOGI, secondo le linee guida della OMM.

Invitiamo, pertanto, tutti i soci che intendano iscriversi negli elenchi della SP a farne richiesta al CAC, secondo quanto specificato nel Regolamento della Sezione stessa, presentando la necessaria documentazione all’indirizzo di posta elettronica professionisti@aisam.eu.
Cordialmente,




* Dichiarazione sulla comunicazione in materia di previsioni di eventi meteorologici avversi e sull'emissione di allerte da parte di soggetti non abilitati.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·


DICHIARAZIONE
SULLA COMUNICAZIONE IN MATERIA DI PREVISIONE DI EVENTI METEOROLOGICI AVVERSI E SULL’EMISSIONE DI ALLERTE DA PARTE DI SOGGETTI NON ABILITATI

Approvata all’unanimità dal Consiglio Direttivo nella seduta del 12 marzo 2018

L’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia esprime viva preoccupazione per il sempre più frequente dilagare, sui mezzi di comunicazione, di previsioni relative ad eventi meteorologici intensi emesse da soggetti non dotati di comprovata qualificazione in materia e – fatto ancora più grave – per la pubblicazione, da parte degli stessi soggetti, di avvisi relativi a presunti pericoli per la sicurezza pubblica, in grave interferenza con il ruolo delle Pubbliche Autorità preposte per legge alla tutela dei cittadini.

Complice la mancanza di strumenti di vigilanza, oggi chiunque, senza dover rendere conto di quale sia la propria qualificazione tecnico-scientifica e le modalità operative di cui si è avvalso per produrre quelle informazioni, può facilmente propagare - su internet, attraverso i social media e mediante le applicazioni per dispositivi mobili - previsioni relative ad eventi meteorologici, che possono poi venire ulteriormente rilanciate e amplificate acriticamente da agenzie, organi di stampa e servizi radiotelevisivi.

AISAM ritiene che, fermo restando il diritto alla libertà di espressione tutelato dalla Costituzione, vada altresì tutelata la sicurezza dei cittadini, e offerti loro strumenti chiari per discernere la competenza e l’affidabilità delle fonti di informazione in materia di previsioni meteorologiche. Ritiene altresì che la diffusione incontrollata di informazioni non verificate, e non conformi agli standard di qualità oggi riconosciuti nel settore, soprattutto laddove interferisca con il ruolo dei  servizi preposti, vada adeguatamente ed efficacemente perseguita e sanzionata dalle Pubbliche Autorità competenti, ivi inclusa la Magistratura, a tutela della società e dei singoli dei cittadini.

AISAM esorta altresì gli Organi Legislativi a provvedere norme adeguate per assicurare in Italia l’esercizio delle professioni connesse alla meteorologia, tanto in ambito pubblico che privato, conformemente agli organismi internazionali e ai migliori standard oggi esistenti nei Paesi più avanzati.

AISAM invita infine gli organi di stampa e gli operatori della comunicazione a prestare particolare attenzione, nel dare diffusione in materia di allerte per eventi meteorologici avversi, solo a informazioni provenienti dalle fonti istituzionali preposte.



* Dichiarazione sulla proposta di istituzione dell’agenzia nazionale per la meteorologia e la climatologia ’Italia Meteo’

Pubblicato da in Comunicato stampa ·
 
DICHIARAZIONE
SULLA PROPOSTA DI ISTITUZIONE
DELL’AGENZIA NAZIONALE PER LA METEOROLOGIA E LA CLIMATOLOGIA ’ITALIA METEO’

Approvata all’unanimità dall’Assemblea dei Soci tenutasi a Rovereto il 18 novembre 2017 in concomitanza con il Festivalmeteorologia.

 
L’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia (AISAM) in relazione alla proposta di istituzione dell’Agenzia Nazionale per la Meteorologia e la Climatologia ’Italia Meteo’ contenuta nel disegno di legge di bilancio in discussione al Parlamento, auspica che questa Agenzia possa costituire uno strumento di effettivo rinnovamento e rilancio delle attività di meteorologia e climatologia di cui il Paese ha bisogno.

 
L’Italia, insieme a tutta la comunità internazionale, è chiamata ad affrontare sfide epocali, a fronte di scenari futuri che chiamano in causa la responsabilità delle azioni umane. D’altra parte la ricerca e lo sviluppo tecnologico oggi offrono strumenti formidabili per approfondire le nostre conoscenze e guidare le nostre decisioni. Pertanto AISAM considera estremamente apprezzabile che nuove risorse vengano destinate al coordinamento nazionale e allo sviluppo delle attività di meteorologia e climatologia, e a sostegno di una ancora più efficace presenza italiana nelle varie sedi internazionali competenti per questi ambiti.

 
Ritiene che, per conseguire questo obiettivo, sia essenziale che le modalità operative con le quali l’Agenzia verrà implementata valorizzino tutte le realtà esistenti e operanti in Italia nei settori di competenza, stimolandone il progresso, la crescita e l’integrazione mediante il coinvolgimento in efficaci sinergie, in un processo inclusivo e trasparente.

 
Ritiene fondamentale che il personale di ItaliaMeteo sia selezionato sulla base di chiari criteri di competenza scientifica e tecnica negli aspetti fondamentali delle attività della nuova Agenzia, meteorologia operativa e servizi climatici.

 
Auspica inoltre che l’Agenzia diventi, a partire dal personale di cui sarà dotata, un’opportunità di valorizzazione di giovani talenti, anche attraverso un sempre più efficace coinvolgimento di coloro che hanno acquisito competenze presso qualificate istituzioni all’estero.

 
Richiede che la comunità scientifica nazionale ed internazionale sia coinvolta, ad esempio in comitati tecnico-scientifici di supporto al futuro direttore di ItaliaMeteo, per aiutare l’Italia a creare un’Agenzia che sia in grado di offrire un servizio operativo e sviluppi di ricerca di altissima qualità e all’avanguardia.

 
È dovere statutario di AISAM perseguire l’obiettivo di promuovere, a beneficio di tutta la società, lo sviluppo in Italia delle Scienze dell’Atmosfera e della Meteorologia in tutti gli ambiti possibili, offrendosi come opportunità di incontro, dialogo e collaborazione per tutti coloro che condividono questi obiettivi. Pertanto AISAM, nell’ambito delle proprie competenze, fornirà all’Agenzia tutto il sostegno e la collaborazione possibile.



* Convocazione dell’Assemblea straordinaria e ordinaria dei Soci.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·
Cari Soci,

l’Assemblea dei Soci è convocata in sede ordinaria e straordinaria venerdì 17 novembre 2017 alle ore 4.00, e in seconda convocazione

sabato 18 novembre 2017 alle ore 17

a Rovereto (TN) presso la sede di Trentino Sviluppo S. p. A. in via Fortunato Zeni n. 8, per discutere il seguente

Ordine del giorno

In sede ordinaria:
  1. Relazione del Presidente.
  2. Approvazione del verbale della seduta precedente.
  3. Aggiornamenti sulle attività dei Gruppi di lavoro e sullo stato di avanzamento dei progetti in corso
  4. Valutazione di proposte per la sede dell’Associazione
  5. Varie ed eventuali.

In sede straordinaria:
  1. Modifiche di statuto

I Soci impossibilitati a partecipare all'Assemblea possono conferire delega ad altri Soci, a norma dello Statuto: il modulo può essere scaricato nell’area riservata ai Soci del sito www.aisam.eu.

Si raccomanda ai Soci di presentarsi per le operazioni di registrazione tra le 16.15 e le 16:55, in modo da poter dare inizio ai lavori dell’Assemblea all’ora esatta.

Mi riservo di integrare l’ordine del giorno qualora dovessero emergere ulteriori argomenti da discutere, in particolare a valle della seduta del Consiglio Direttivo già convocata per martedì 14 novembre p. v.

Augurandomi di incontrarvi a Rovereto, porgo a voi tutti i più cordiali saluti.

                                                                                                                 Il Presidente
Prof. Dino Zardi


Nell'area riservata ai Soci sono disponibili i seguenti allegati:
  • Modulo di delega
  • Bozza di statuto
  • Bozza verbale Assemblea dei Soci dell’8 Aprile 2017



* Avviso - Pronunciamento del Collegio dei Probiviri in merito all'istanza di autosospensione del socio Teodoro Georgiadis.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·
Avviso - In data 25 settembre 2017 il Collegio dei Probiviri si è pronunciato in merito all'istanza di autosospensione presentata dal componente Teodoro Georgiadis.
La decisione del Collegio è la seguente:

Il Collegio dei Probiviri ha esaminato la mozione di autosospensione dalla funzione di probo viro e contestuale richiesta di pronunciamento del Collegio presentata dal socio Teodoro Georgiadis.
La mozione è stata presentata dal socio Georgiadis, a tutela propria e dell’Associazione, a seguito di una discussione su facebook nella quale il socio Dino Zardi aveva espresso l’opinione che l’eccessivo coinvolgimento personale di Georgiadis in diverse fasi del percorso della certificazione Dekra non fosse un bene per la certificazione.
Il Collegio ha esaminato il testo della discussione e i messaggi di posta elettronica intercorsi a
seguito della mozione, constatando che Zardi era intervenuto nella discussione a titolo assolutamente personale e non si era mai espresso né sulla legittimità dei comportamenti, né sull’integrità morale di Georgiadis. Anche nei successivi contatti, quale Presidente di AISAM aveva ribadito di non ravvisare alcuna connessione tra le criticità evidenziate e la carica di probo viro, né alcun motivo di incompatibilità.
Il Collegio, esaminata la questione, non ha ravvisato materia per adottare alcun provvedimento.
Pertanto ha proposto a Georgiadis di ritirare l’autosospensione, con un chiarimento pubblico, nel quale si esponesse quanto avvenuto, precisando che il tutto si è svolto in un confronto dialettico corretto e con toni appropriati.
La proposta è stata condivisa da entrambi i soci.
Per questo la presente comunicazione viene pubblicata, per opportunità e trasparenza, sul sito
dell’Associazione.
La relativa documentazione (thread dei post su Facebook, scambio epistolare e verbale della
riunione del Collegio dei probi viri) è consultabile da parte di tutti i Soci nell’area riservata.
Il Collegio dei Probiviri coglie l’occasione di questa discussione, svoltasi in sede pubblica con
assoluta correttezza e toni pacati, per ricordare a tutti i Soci di adottare sempre, nelle discussioni pubbliche, criteri di buon senso che permettano a chiunque di seguire le argomentazioni, evitando riferimenti a comportamenti o vicende personali.

La documentazione relativa è disponibile nella sezione riservata ai Soci.



Dichiarazione AISAM circa le affermazioni rilasciate dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e i commenti resi da alcuni studiosi italiani a quotidiani nazionali.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·
 
Dichiarazione dell’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia
 
circa le affermazioni rilasciate dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump
 
e i commenti resi da alcuni studiosi italiani a quotidiani nazionali

 
Approvata dal Consiglio Direttivo l’8 giugno 2017

 
L’Associazione Italiana di Scienze dell’Atmosfera e Meteorologia ritiene doveroso esprimere la propria posizione, sia in merito a quanto dichiarato dal Presidente Donald Trump circa il ritiro degli Stati Uniti dall’accordo di Parigi e, più in generale, sulle future politiche che la sua Amministrazione attuerà su questioni rilevanti per la tutela dell’ambiente e la salvaguardia del pianeta, sia in merito ai commenti resi ai mass media nazionali da alcuni studiosi italiani.

AISAM condivide e sottoscrive le note recentemente pubblicate sui siti dell’American Meteorological Society [1] e dell’American Geophysical Union [2] in risposta a tali dichiarazioni, così come la dichiarazione a suo tempo emessa dall’American Physical Society [3], a riconferma delle rigorose posizioni scientifiche espresse da tempo da tali autorevoli Associazioni.

AISAM ricorda che le conclusioni raggiunte dalla comunità scientifica internazionale sullo stato del pianeta, sulle prospettive della sua evoluzione e sui rischi connessi ad un uso non sostenibile delle sue risorse, sono dettagliatamente riportate nei periodici Rapporti di valutazione (Assessment Report [4]) del Panel Intergovernativo per i Cambiamenti Climatici (IPCC) [5] e sono basate sull’analisi critica dei risultati di attività di ricerca, condotte da decenni con rigore da parte di qualificate istituzioni distribuite in tutto il mondo e da numerosi ricercatori di riconosciuta competenza nei più diversi ambiti.

AISAM ricorda altresì che il metodo scientifico prevede che la conoscenza progredisca sulla base dell’analisi critica di evidenze provenienti da osservazioni sperimentali riproducibili. Pertanto gli studiosi che dispongono di evidenze diverse dalle conclusioni raggiunte dalla comunità scientifica internazionale sono tenuti a condividerle nelle sedi pubbliche in cui usualmente si svolge il dibattito, ossia i congressi e le riviste qualificate, che prevedano la revisione tra pari degli articoli.
 
Si segnala a tal proposito che anche in ambito nazionale si svolgono ogni anno diversi congressi scientifici che costituiscono sedi estremamente qualificate per la presentazione e la discussione di nuove evidenze sullo stato e sull’evoluzione del clima terrestre.

AISAM sottolinea altresì la necessità di comunicare correttamente e adeguatamente al pubblico, e segnatamente ai decisori, le conoscenze scientifiche sulle dinamiche che governano le diverse componenti dell’ambiente, con i rischi connessi a modelli di sviluppo che prevedano un utilizzo non sostenibile delle risorse del pianeta.

AISAM riafferma infine la determinazione a perseguire gli obiettivi indicati dal proprio statuto (art.2), e in particolare “promuovere, a beneficio di tutta la società, lo sviluppo in Italia delle Scienze dell’Atmosfera e della Meteorologia in tutti gli ambiti possibili”, offrendosi come opportunità di incontro, dialogo e collaborazione per tutti coloro che condividono questi obiettivi.



Silvio Cau, Vittorio Cantù e Franco Einaudi nominati Soci Onorari di AISAM.

Pubblicato da in Comunicato stampa ·






Il Consiglio Direttivo di AISAM, nella seduta di venerdì 16 dicembre u.s., ha deliberato, con votazione unanime favorevole, di nominare Soci Onorari, ai sensi dell’ art. 4 dello Statuto dell’Associazione, il Col. Silvio Cau, il Col. Vittorio Cantù e il prof. Franco Einaudi, riconoscendone la distinzione nel campo delle Scienze dell’ Atmosfera e della Meteorologia.


Il Presidente, il Consiglio Direttivo e i Soci tutti, esprimono le più vive congratulazioni, e l’augurio di una lunga e proficua collaborazione, ai primi Soci Onorari di AISAM.






Nasce l'Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (AISAM)

Pubblicato da in Comunicato stampa ·
Tags: AssociazioneGeofisicaItalianaAGIAISAMAssociazioneItalianadiScienzedell'AtmosferaeMeteorologiaOceanografiaIdrologiaClimatologia
Roma 27 Luglio 2016
I soci della storica Associazione Geofisica Italiana (AGI), fondata nel 1951, riuniti in assemblea straordinaria a Roma hanno approvato all'unanimità di adottare una nuova denominazione - Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (AISAM) - e un nuovo statuto. Alla luce di questi cambiamenti la struttura dell’associazione risulta profondamente modificata così come la sua mission, centrandola più specificamente sulle scienze dell’atmosfera e sulla meteorologia, rispondendo efficacemente alle mutate esigenze della comunità che si riconosce in questi settori. Il passaggio corona un percorso di riflessione avviato con l’assemblea dei soci del 18 maggio 2015, nella quale al Presidente e al nuovo Consiglio di Presidenza, rappresentativo delle più diverse componenti della comunità italiana che opera nelle scienze della atmosfera e nella meteorologia, è stato affidato dai soci un chiaro mandato di rinnovare l’associazione per renderla più adeguata alle mutate esigenze del settore nel nostro Paese. In particolare la nuova associazione intende offrire opportunità di aggregazione alle diverse figure che operano nel settore delle scienze della atmosfera e della meteorologia – previsori, ricercatori, docenti, imprenditori, insegnanti, operatori dei media – e favorire il loro coordinamento. AISAM intende inoltre favorire la comunicazione e la collaborazione tra la comunità nazionale che si riconosce nelle Scienze dell’Atmosfera e la Meteorologia e le comunità attive nell’Oceanografia, nell’Idrologia, nelle Scienze della Terra. Si propone altresì di offrirsi come interlocutore rappresentativo e autorevole nei confronti degli organi decisionali della pubblica amministrazione e delle altre associazioni scientifiche nazionali. AISAM intende anche collocarsi nel panorama internazionale come associazione rappresentativa della comunità meteorologica nazionale, al pari delle altre associazioni nazionali nel settore di più lunga tradizione, e di promuovere all’estero i risultati della collettività nazionale. Inoltre AISAM per statuto svolgerà il ruolo di associazione professionale previsto dalla legge n°4 dell'11 gennaio 2013 per la definizione dei requisiti necessari all’esercizio della professione di meteorologo e per l’organizzazione dei meteorologi professionisti.




Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia.
Copyright 2016-2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu