Speciale Elezioni - AISAM - Associazione Italiana Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia

Cerca
AISAM - Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Speciale Elezioni

Archivio
Bologna 10 febbraio 2018
Elezione del Presidente e dei Consiglieri dell'Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia
Candidature per la carica di Presidente


Dino Zardi
Cari Soci,
negli ultimi mesi ci siamo incontrati più spesso del solito: il confronto è stato in alcuni casi impegnativo, a tratti anche duro, ma sempre proficuo. Per me, ma credo anche per molti, è sempre stato un piacere ritrovare colleghi, vecchi amici, e sempre nuovi Soci. Questo mi conferma nell’idea che se AISAM non ci fosse, bisognerebbe inventarla! È infinitamente meglio discutere, confrontarsi, esprimere anche posizioni diverse, ma insieme e in uno stesso contesto, piuttosto che rimanere distanti, dispersi, senza canali di comunicazione e senza una “casa comune”. Come purtroppo per molti (troppi) anni è accaduto alla nostra collettività.

Questa è la vera grande novità che AISAM ha portato: una “casa comune” in cui incontrarsi, confrontarsi, imparare, condividere idee, iniziative, progetti “per lo sviluppo in Italia delle scienze dell’atmosfera e della meteorologia a beneficio di tutta la società”. Non è facile costruire una base comune, un linguaggio comune, regole comuni, dopo anni di dispersione, di iniziative isolate, di fughe in avanti - tutte destinate a durare lo spazio di un mattino. Ma è una fatica che dobbiamo, e insieme vogliamo fare. Con pazienza, con capacità di ascolto, con umiltà. Ma anche con determinazione e concretezza, senza perdere tempo in sofismi e inutili cavilli: andiamo al sodo, che c’è tanto da fare. E se non ci muoviamo, qualcun’altro si muove per noi…
Sottolineo “una” casa: AISAM non ha la presunzione di avere l’esclusiva. Anzi, si mette volentieri in gioco con tutte le altre associazioni che perseguono obiettivi analoghi, come si vedrà bene in occasione della Giornata Mondiale della Meteorologia (GMM).

AISAM oggi è tutta un cantiere:
  • la seconda edizione della GMM ha già un suo programma e verrà organizzata a Roma di concerto con la Società Italiana di Scienze del Clima, l’Associazione Italiana di Agrometeorologia, la Società Idrologica Italiana e la Società Meteorologica Italiana;
  • i gruppi di lavoro per il Primo Congresso Nazionale che si terrà a settembre a Bologna – il Comitato Scientifico e il Comitato Organizzatore Locale - sono insediati e operativi;
  • l’accordo con Springer Nature per la rivista scientifica è praticamente concluso: le prime uscite sono previste per primavera 2019, a partire dagli articoli che verranno ricavati dai contributi presentati al Congresso di Bologna;
  • la nuova sede legale a Rovereto, deliberata dall’ultima Assemblea di Bologna, è in via di allestimento: appena inseriti scaffali e altri arredi si provvederà a trasferire l’archivio dalla sede precedente;
  • la Sezione Professionisti ha un suo regolamento, e a breve si procederà con l’attivazione;
  • la Sezione Associazioni è già operativa e si appresta a intraprendere le prime iniziative;
  • il Consiglio Direttivo ha individuato idonei professionisti con i quali stipulare contratti di collaborazione per le funzioni di “Ufficio Stampa e Comunicazione” e di “WebTeam”: data la situazione transitoria, ho ritenuto doveroso lasciarne il perfezionamento al prossimo Direttivo, che peraltro potrebbe decidere di prendere altre strade; ma le premesse sono già tutte pronte;
  • sono in discussione accordi di collaborazione con l’American Meteorological Society, con la Società Italiana di Fisica, con la Società Italiana di Scienze del Clima e con la Società Idrologica Italiana.

Per portare a termine tutti questi progetti e consolidare la crescita dell’Associazione, rinnovo la mia disponibilità a guidarla, e mi candido al ruolo di Presidente per il prossimo triennio. Con la serena certezza che, anche qualora l’Associazione scegliesse un altro candidato, lascerei nelle sue mani un’Associazione sana e in crescita (il numero dei Soci individuali punta oramai a duecento, e quello dei Soci collettivi verso la quindicina), con una serie di progetti ben avviati, e affidati alle mani capaci e sicure dei rispettivi responsabili, e con i conti in ordine, come dimostra il bilancio consuntivo che il Direttivo sottoporrà all’approvazione dell’Assemblea.

Gli obiettivi che mi prefiggo, oltre a portare a completamento i cantieri avviati, sono
  • ampliare la compagine dei Soci, sia in termini di numero, che in termini di adeguata rappresentatività delle cinque principali “anime” della collettività che si riconosce nelle scienze dell’atmosfera e nella meteorologia:
(1) servizi meteorologici e altre agenzie del settore pubblico,
(2) enti di ricerca,
(3) università,
(4) imprese e liberi professionisti,
(5) meteoappassionati, scuola, operatori della comunicazione, società civile;
  • stimolare lo spirito di iniziativa dei Soci, la loro proattiva partecipazione alle attività dell’Associazione, e il senso di appartenenza;
  • consolidare la visibilità e il posizionamento di AISAM nel panorama nazionale e internazionale;
  • valorizzare la storia della meteorologia italiana, anche attraverso iniziative (mostre, pubblicazioni, convenzioni, progetti, …) che preservino e valorizzino anche il patrimonio materiale di questa storia (osservatòri storici, strumentazione, dati, …) e la memoria di chi ha meritoriamente operato per la meteorologia italiana.
 
Al termine del mio mandato desidero rivolgere un particolare ringraziamento ai componenti del Consiglio Direttivo, soprattutto a quelli che si sono distinti per impegno, disponibilità e coerenza, così come al nostro ottimo e instancabile Segretario, ai Revisori dei Conti, ai Probiviri, al Webmaster (straordinariamente operativo, anche nelle condizioni più difficili), a tutti i Soci che nei più diversi modi si sono impegnati per AlSAM, e naturalmente a tutti quelli che mi hanno onorato della loro fiducia nelle precedenti elezioni.
Ma in questo momento desidero rivolgere un pensiero e un ringraziamento tutto particolare a Silvana Di Sabatino: oltre a svolgere sempre con dedizione e intelligenza il suo ruolo di componente del Consiglio Direttivo, Silvana ha svolto un ruolo essenziale nell’organizzazione del Congresso Nazionale e nella gestione del Gruppo di lavoro che ha portato alla definizione del progetto della nuova rivista, grazie anche ai suoi precedenti contatti personali con la casa editrice Springer e alla considerazione di cui meritatamente gode nella comunità scientifica internazionale. Si è inoltre sempre prodigata per ospitare a Bologna diverse sedute dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Si è inoltre sempre adoperata per coinvolgere e valorizzare i colleghi della sede di Bologna, e portare nuovi Soci. In questo momento, in cui doverosamente prenderà una pausa di riguardo per la propria salute, desidero esprimerle la più viva gratitudine, e l’affettuosa vicinanza, mia personale e di tutta AISAM, con la certezza di riaverla presto tra noi, ristabilita in piena forma, determinata e operativa come sempre.
Confidando di incontrarvi a Bologna, un caro saluto a tutti.
Dino Zardi
Candidature per la carica di Consigliere

Silvio Davolio
Luigi de Leonibus
Marco Giazzi
Desidero avanzare la mia candidatura come membro del Consiglio Direttivo
di AISAM.
Ho seguito dall'inizio l'evoluzione e la crescita dell'Associazione e rinnovo l'interesse a mettere a disposizione le mie competenze professionali, quale ricercatore CNR nel campo della meteorologia, nonche' la mia passione per questa scienza.
Penso che l’AISAM, raccogliendo al suo interno i professionisti del settore, ma anche associazioni e appassionati, possa diventare un punto di riferimento autorevole nel campo delle scienze atmosferiche e della meteorologia e creare uno spazio di confronto e collaborazione tra le diverse realta' che la compongono, contribuendo alla
crescita della comunita'.
Cari Soci, caro Presidente
L’approvazione del nuovo statuto di AISAM cui si è arrivati con un vivo ed articolato approfondimento,  ha portato alla luce diversi punti di vista, ma ha confermato una unitarietà di intenti e di visione sullo scopo, dell’associazione.
Credo che questa diversità sia un valore come per la natura democratica dell’organizzazione democratica. In particolare possa favorire una visione ampia necessaria ad una associazione che ha per tema una scienza applicata cosi socialmente significativa e nel nostro Paese non strutturata a portare i massimi benefici come potrebbe.
Ritengo che la nuova organizzazione renda AISAM capace di fruire di maggiori opportunità e  risorse strutturali per portarlo ad una maggiore presenza e autorevolezza. Nello stesso tempo ritengo necessario che l’associazione sviluppi iniziative culturali e scientifiche che portino alla luce ed alla consapevolezza non solo scientifica le problematiche strutturali da superare nel nostro Paese, i cui contenuti scientifici hanno sempre una valenza generale.
Stante le su scritte considerazioni propongo al mia candidatura per il Consiglio Direttivo in occasione delle elezioni che si terranno durante la prossima Assemblea dei soci il 10-02-2018.
Con la presente sono ad ufficializzare la mia candidatura come Consigliere per il prossimo mandato del Consiglio Direttivo AISAM.
La recente esperienza come Consigliere AISAM nominato dal Presidente uscente, ha portato ad una crescita personale che ha arricchito la mia pluriennale esperienza alla guida dell’Associazione MeteoNetwork dal 2003 ad oggi. MeteoNetwork è una tra le più grandi Associazioni nazionali di meteo appassionati (200 Soci circa) e ha sempre cercato e realizzato nel tempo collaborazioni con istituzioni, enti, università ed aziende private (ARPA, POLIMI, UniMI, Centro Epson Meteo, CMCC..); per scelta l’Associazione MeteoNetwork non effettua servizio di previsioni ma si è sempre concentrata sulla raccolta dei dati rendendoli disponibili a tutti gli interessati; ha sempre dato supporto agli appassionati interessati ad installare una stazione meteo secondo le norme OMM in modo da offrire un servizio dove il dato sia controllato e attendibile.
Per i motivi descritti, propongo la mia candidatura come Consigliere AISAM in quanto sono pienamente convinto che la rappresentanza dei meteo appassionati presso questa prestigiosa Associazione, contribuisca agli scopi dichiarati in occasione di Rovereto 2015, ovvero ad essere parte di quel “contenitore” che possa rappresentare il mondo della meteorologia e tutto quanto collegato in un’unica realtà nazionale. Credo altresì fermamente che il coinvolgimento dei meteo appassionati possa costituire parte di quella base utile a fare circolare e scambiare le informazioni “buone” e a diffondere una corretta cultura meteorologica, coinvolgimento che possa finalmente far distinguere e scegliere una corretta informazione da parte degli appassionati stessi e quindi diffonderla.
Un’ultima considerazione, ma non per questo meno importante, è il fatto che tenere a stretto il mondo dei professionisti/ricercatori/docenti  con  quello degli appassionati, possa contribuire a far comprendere meglio le dinamiche professionali ai cittadini comuni guadagnando così in autorevolezza (quante volte è stato citato l’esempio che l’oroscopo ha più seguito rispetto alla meteo).
Sentirsi parte di un sistema è utile a rendere più forte e autentico il contributo da parte di tutti, la crescita comune è un bene primario.
Vi ringrazio per l’attenzione, un caro saluto.
Raffaele Salerno
Vittorio Villasmunta
Gentili Soci di AISAM, cari Amici, ho deciso di mettermi a disposizione anche per il nuovo Consiglio Direttivo che verrà eletto nell’Assemblea Generale del 10 Febbraio 2018. E’ mia convinzione che il Consiglio debba esprimere una pluralità di elementi che rispecchi le diverse componenti di AISAM e la presenza di una persona che appartiene al mondo dei servizi privati ma interagisce costantemente col mondo dell’industria, della ricerca e dell’università, possa continuare a costituire un valido punto d’incontro tra le diverse componenti di AISAM e portare un utile contributo all’Associazione.

In questi 18 mesi nei quali sono stato Vice Presidente ho avuto modo di partecipare assiduamente a tutte le riunioni del Consiglio e ritengo di avere dato il mio contributo allo sviluppo di AISAM. Siamo ancora all’inizio di un lungo cammino per il quale sarà necessario impegno, decisione, dedizione, ma soprattutto spirito di collaborazione e unità, per raggiungere quegli obiettivi che l’Associazione ha voluto porsi, il principale dei quali è quello di costruire il vero punto d’incontro italiano della meteorologia nel quale trovino spazio i professionisti, gli operativi, il mondo dell’Università, i ricercatori, il mondo delle Associazioni di appassionati e tutti gli amanti e i cultori della nostra affascinante disciplina. La mia promessa è di metterci lo stesso impegno e assiduità finora profusa affinché AISAM diventi davvero ciò che è stato progettato, con spirito di collaborazione, equilibrio e unione. In particolare, avendo coordinato le attività della Sezione Professionisti, sfociate in un Regolamento per l’attuazione della Sezione, sarebbe mia precisa intenzione lavorare in questa direzione e secondo lo spirito enunciato all’inizio di quel Regolamento.

Il nuovo Direttivo ha dinanzi una sfida importante e una grande opportunità di creare finalmente IL punto di aggregazione della meteorologia e delle scienze dell’atmosfera. Tutto ciò è, per me, estremamente stimolante e coinvolgente. In ogni caso sarò sempre aperto e disponibile alle istanze e ai suggerimenti che arriveranno da qualsiasi socio, a tutto e solo vantaggio della nostra Associazione.
Grazie.

Sesto S. Giovanni, 1 febbraio 2018
Cari Soci,

AISAM è oramai una bella realtà, e la nostra ambizione di farne un punto di riferimento e d'incontro per gli operatori e per gli appassionati delle scienze dell'atmosfera sta diventando ogni giorno sempre più concreta, sempre più evidente.

Tutto ciò ha richiesto un importante impegno da parte di tutti noi soci, ma gli obiettivi che ci siamo posti per l'immediato futuro ne richiederanno ancor di più.

Ecco, cari soci e cari amici, da ex consigliere sia di AGI che di AISAM ho sempre fortemente creduto che ogni buona idea, per camminare spedita, ha bisogno di un bel paio di gambe su cui viaggiare.

Far camminare le idee. E' questo il mio impegno nei vostri confronti. Impegno e dedizione per rendere ancora più grande e stimata la nostra associazione, avendo sempre in mente un unico importante concetto-guida: fare cose per unire e mai per dividere.

Per questo motivo, propongo la mia candidatura a consigliere e vi invito a darmi fiducia col vostro voto.

Roma, 6 febbraio 2018
 
Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia.
Copyright 2016-2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu